Mar. 26 Ott. 2021
HomeCinisello BalsamoGhilardi invita i cinisellesi a firmare per i referendum proposti della Lega

Ghilardi invita i cinisellesi a firmare per i referendum proposti della Lega

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Legge Merlin, legge Mancino, reato di clandestinità, revisione delle prefetture e, soprattutto la legge Fornero. Sono questi i cinque macro temi alla base degli altrettanti referendum richiesti dalla Lega. A pochi giorni dalla chiusura della raccolta firme per l’abrogazione, Giacomo Ghilardi, capogruppo del Carroccio a Cinisello Balsamo, ricorda ai suoi concittadini l’importanza delle firme. “Mancano ancora pochi giorni e poche firme e poi si potrà finalmente votare per cancellare definitivamente la vergognosa legge Fornero che colpisce i giovani, le lavoratrici ed i lavoratori – afferma Ghilardi -. Una legge che ha penalizzato l’entrata e l’uscita nel mondo del lavoro, ha allungato l’attività lavorativa di milioni di donne già impegnate nel lavoro familiare e ha creato il problema degli esodati lasciando senza stipendio né pensione centinaia di migliaia di lavoratori. Abrogarla significa ridare dignità al lavoro ed ai lavoratori e dare la speranza di un futuro migliore ai nostri giovani. Invito la cittadinanza quindi a recarsi allo sportello polifunzionale del Comune in via XXV aprile 4, per firmare le nostre proposte di referendum”.

Giacomo GhilardiOltre alla legge sul lavoro, Ghilardi pone l’accento anche sulla volontà del Governo Renzi di cancellare il reato di immigrazione clandestina. “Vogliamo dire no ai concorsi pubblici per gli immigrati, con la richiesta di abolire la norma, voluta dall’ex Ministro Kyenge, che consente agli immigrati di partecipare ai concorsi pubblici – aggiunge il leghista -; sosteniamo l’abrogazione della Legge Merlin in quanto vogliamo sia che le prostitute paghino le tasse, esattamente come fanno tutti i cittadini, sia ridare decoro alle nostre strade e infine combattere la criminalità e lo sfruttamento delle persone. Diciamo no alle prefetture, figure che rappresentano fonte di spesa improduttiva e vera e propria incarnazione di uno stato centralista e sprecone. Infine proponiamo la cancellazione della Legge Mancino sui reati di opinione, perchè riteniamo che la vera democrazia sia la totale libertà di pensiero”.

Gli orari di apertura dello sportello polifunzionale sono i seguenti:
Lunedì e mercoledì: 8.15 – 19.00
Martedì, giovedì e venerdì: 8.15 – 14.00
Sabato: 8.15 – 12.30

ARTICOLI CORRELATI