Mar. 25 Gen. 2022
HomeSesto San GiovanniGeas Basket sempre più rosa: Cinzia Zanotti nuovo coach in A2

Geas Basket sempre più rosa: Cinzia Zanotti nuovo coach in A2

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Cambio sulla panchina del Geas Basket. Dopo l’addio di Filippo Bacchini che ha guidato il Geas “dei record” in queste ultime stagioni, è ufficiale la la nomina di Cinzia Zanotti, già responsabile del settore giovanile e neoscudettata con l’Under 19, a capo allenatrice della prima squadra, che nella prossima stagione affronterà il campionato di A2.

Il Geas Basket si tinge ancor più di rosa: giocatrice di primo livello tra gli anni ’80 e ’90, Cinzia Zanotti ha costruito col Geas una solida carriera da allenatrice nel settore giovanile, illustrata da ben 4 scudetti in 5 anni, frutto di una costante crescita andata di pari passo con quella delle giocatrici che Cinzia ritroverà in prima squadra nella prossima stagione. Il suo approdo sulla panchina “delle grandi” è infatti la prosecuzione di un percorso iniziato con l’Under 15, subito tricolore, nella stagione 2009/10 e proseguita negli anni seguenti con le selezioni maggiori.

“Dopo i tanti successi nelle giovanili – commenta la neo coach rossonera – inizia ora per me una nuova avventura, una sfida che affronterò con tanta voglia e anche curiosità. Il mio percorso nel vivaio è stato pieno di soddisfazioni, di gioie e anche di sacrifici, tutti volti a portare le ragazze che ora sono in prima squadra a giocarsi, come hanno fatto quest’anno, la possibilità di raggiungere il sogno dell’A1. Arrivare a questo incarico è la prosecuzione di una strada intrapresa ormai 5 anni fa, un percorso che tutti coloro che mi sono stati vicini hanno contribuito a rendere speciale e intenso. Allenare una squadra senior è certamente diverso, più arduo, ma farlo qui, dove sono nata sia come giocatrice che come allenatrice, sarà certamente meno problematico. È una sfida che accetto con entusiasmo, ben conscia delle difficoltà che dovrò affrontare ma soprattutto consapevole dell’’orgoglio che provo in questo momento”.

ARTICOLI CORRELATI