Gio. 01 Dic. 2022
HomeAttualitàGhilardi e Berlino intervengono sul parco di Via Partigiani

Ghilardi e Berlino intervengono sul parco di Via Partigiani

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – “No respect, no party”. Suona come uno slogan e infatti vuole esserlo, per ottenere il maggiore effetto possibile. Dopo gli ultimi accadimenti che hanno interessato il parco cinisellese di via Partigiani, con tanto di rissa tra due gruppi sedata a fatica dalle forze dell’ordine, i consiglieri di minoranza Giacomo Ghilardi e Giuseppe Berlino hanno deciso di avviare una raccolta firme. “Abbiamo assistito all’ennesimo weekend che ha visto il parco di via dei partigiani utilizzato ancora una volta come discarica a cielo aperto – spiegano i due consiglieri -, da gruppi stranieri di varia provenienza, che approfittando della bella stagione, si sono ritrovati per dar vita ad accampamenti, grigliate e partite di calcio, lasciando ogni genere di rifiuti sul manto erboso. Non sono mancati gli episodi di violenza, con tanto di rissa avvenuta nella giornata di sabato tra bande di rom e latinos che si sono affrontati anche con armi da taglio e che solo il massiccio intervento delle forze armate ha fortunatamente scongiurato che ci scappasse il morto. Abbiamo così deciso di spenderci in prima persona, affinché il parco venga sottoposto a rigida regolamentazione, vista anche la vicinanza di un luogo sensibile, come il cimitero di Balsamo”.

L’obiettivo dei due capigruppo è avviare una raccolta firme e sensibilizzare la cittadinanza. “Scenderemo nelle piazze e nei quartieri di Cinisello Balsamo – dichiarano Ghilardi e Berlino – per raccogliere le firme di tutti coloro che sono stanchi di vedere ogni lunedì mattina lo scempio presente in quel parco dopo due giorni di invasione barbarica, e che non accettano di vivere in una città degradata come la nostra e lasciata impunemente in mano a chi non la rispetta, da un’amministrazione che si dimostra sempre più sorda e sempre più immobile di fronte a problemi di ordine pubblico e sicurezza. Un’amministrazione comunale che invece di trovare rimedi e dare risposte concrete all’indignazione dei Cinisellesi, vuole viceversa agevolare tali bivacchi, tanto da prevedere apposito bando per l’istallazione di nuovi tavoli e panche in legno oltre a porte di calcio per agevolare l’arrivo dei “gentili commensali””.

Il decalogo per il parco di via Partigiani potrebbe nascere prendendo spunto dal regolamento del Parco Nord, ma anche da quello di Villa Ghirlanda o degli altri parchi presenti in città. “Infine intendiamo presentare in consiglio comunale un ordine del giorno affinché il sindaco prenda coscienza di tali problematiche – concludono i due consiglieri – ed emetta quanto prima un’ordinanza specifica per contrastare questi fenomeni”.

ARTICOLI CORRELATI