Sab. 13 Lug. 2024
HomeBreaking NewsSesto San Giovanni, i finalisti del Bancarella presentano le proprie opere a...

Sesto San Giovanni, i finalisti del Bancarella presentano le proprie opere a Villa Mylius

Fa tappa a Sesto San Giovanni il Premio Bancarella con i sei finalisti della prestigiosa competizione letteraria tra autori e autrici selezionati dai librai italiani. A fare gli onori di casa ci sarà la libreria Tarantola del Rondò, tra i fondatori del premio che, questa sera a Villa Mylius (Largo Lamarmora), promuoverà la presentazione dei libri più votati. Aurora Tamigio, autrice palermitana, presenterà Il cognome delle donne (Feltrinelli), storia ambientata agli inizi del secolo scorso e che ha come filo conduttore l’emancipazione femminile. Di Valeria Galante è “La casa delle sirene” (Mondadori); ambientato nella Napoli del 1850 racconta la vicenda di Elvira e delle sue figlie, donne che sacrificano i propri sogni per servire gli altri. Sullo sfondo la storia dell’Unità d’Italia. Sempre di ambientazione storica, con un tuffo molto indietro nel passato, è “L’Iliade cantata dalle Dee” (Solferino), romanzo scritto da Marilù Oliva che sceglie di raccontare la vicenda dal punto di vista femminile. Daniele Pasquini racconterà “Selvaggio Ovest (NN Editore), romanzo storico ambientato nella Toscana dell’Ottocento fra i butteri della maremma. Franco Faggiani presenta “L’inventario delle nuvole”, (Fazi Editore), romanzo che racconta i segreti dei raccoglitori di capelli delle valli cuneesi. Ancora una penna femminile con il libro “Tangerinn” (Edizioni E/O) di Emanuela Anechoum. Al centro della sua storia c’è una ragazza trentenne per metà marocchina : si chiama Mina, vive a Londra da qualche tempo ma è costretta a tornare nel paesino del Sud dove è nata perché suo padre  è morto. Il viaggio la porta a riflettere  sulle proprie radici.

ARTICOLI CORRELATI