Mer. 17 Apr. 2024
HomeAppuntamentiPaderno Dugnano, Don Bosco Running: un ritorno assai gradito

Paderno Dugnano, Don Bosco Running: un ritorno assai gradito

Oltre un migliaio i partecipanti alla manifestazione organizzata dalla scuola paritaria Don Bosco di Paderno Dugnano. Parte del ricavato della manifestazione sarà devoluto alla Cooperativa Sociale Emmaus del Villaggio Ambrosiano di Paderno

Circa un migliaio i partecipanti alla 13esima edizione della don Bosco Running.  L’evento sportivo organizzato dalla scuola paritaria Don Bosco di Paderno Dugnano, in collaborazione con EuroAtletica, si è svolto domenica 14 maggio dopo la pausa forzata causata dalla pandemia. Due i percorsi a scelta: 10 oppure 5 chilometri.

Nonostante le previsioni meteo sfavorevoli dei giorni precedenti l’evento ha richiamato quasi 1000 persone tra famiglie, bambini ed atleti che hanno partecipato creando un serpentone giallo fluo tra i parchi della città concludendo sorridenti sotto un caldo sole.

“Il risultato raggiunto è stato ottimo – raccontano gli organizzatori – se si considera lo stop di 3 anni dovuto alla pandemia. L’obiettivo per l’anno prossimo è di fare ancora meglio, visto che parte del ricavato andrà in beneficenza alla Onlus Emmaus“.
Il sindaco di Paderno Dugnano, Ezio Casati, alla Don Bosco Running
La Don Bosco Running vede impegnati per mesi genitori, studenti, docenti che insieme ed in amicizia collaborano per la riuscita di questo evento. La partecipazione di  associazioni sportive del territorio è stata assicurata grazie alla creazione di sinergie che piano piano sono state create dagli organizzatori.

La Cooperativa Sociale Emmaus

Emmaus è una cooperativa sociale, nata nel 1986, con lo scopo di offrire a persone disabili, opportunità di recupero delle potenzialità lavorative, del rafforzamento dell’autostima e del benessere psicofisico e di appartenenza comunitaria. La cooperativa considera il lavoro uno strumento privilegiato per favorire processi di integrazione sociale della persona, in particolare della persona disabile. Dalla sua nascita ad oggi la cooperativa ha accolto 160 persone disabili, trenta di queste sono state inserite nel mondo del lavoro in collaborazione con i servizi territoriali.
ARTICOLI CORRELATI