Mer. 10 Ago. 2022
HomeAttualitàCo.Mark, l’e-commerce come nuova frontiera del business B2B

Co.Mark, l’e-commerce come nuova frontiera del business B2B

In crescita il commercio elettronico. Il trend positivo emerso durante il webinar “The e-commerce B2B revolution”, organizzato a Milano da DHL Express Italy, leader nel mercato delle spedizioni internazionali espresse

Sale al 55% la percentuale delle aziende italiane B2B oggi attive nelle vendite online tramite marketplace e sito e-commerce.
A registrare il trend positivo sono state le principali evidenze emerse durante il webinar “The e-commerce B2B revolution”, organizzato a Milano da DHL Express Italy, leader nel mercato delle spedizioni internazionali espresse.

Digitalizzazione e commercio elettronico B2B sono infatti stati i temi cardine del convegno, durante il quale è stata evidenziata la crescita esponenziale delle imprese italiane che negli ultimi sei anni hanno adottato modelli di e-commerce B2B.
L’opinione che l’e-commerce sia diventato la nuova frontiera del business B2B sembra essere ormai condivisa e confermata dai dati e dalle recensioni degli ultimi anni.

Strumenti utili per fidelizzare i clienti ed espandere il proprio business geograficamente: così Co.Mark Spa, società che supporta le aziende nel processo di internazionalizzazione, definisce l’e-commerce B2B in una sua recensione, affermando come il canale sia diventato un’infrastruttura portante per le PMI supportandone i processi di vendita, in particolare all’estero.

Le opinioni di Co mark sottolineano il trend positivo che investe il comparto imprenditoriale del nostro Paese, sempre più legato al fenomeno della digitalizzazione.
Nella recensione si legge infatti come siano ben il 49% le aziende ad aver usufruito finora dei servizi online, inoltre, secondo i commenti di Comark, si registra il 31% di incremento nell’utilizzo degli e-commerce, mentre l’84% delle pmi afferma di voler proseguire con i servizi digitali.

La spinta verso il digitale ha introdotto nuove interessanti opportunità di business per molte aziende, offrendo un’occasione di crescita anche alle realtà che non si erano mai avvicinate alla vendita online, trend favorito secondo i commenti dell’azienda dal cambiamento che ha investito negli ultimi anni le abitudini dei consumatori.

L’opinione di Comark è ampiamente confermata dalle più recenti recensioni sull’export globale, settore interessato da una netta crescita grazie al contributo delle aziende che hanno iniziato ad utilizzare o a potenziare i servizi online: secondo il Libro “The Ultimate B2B E-commerce Guide: Tradition is out. Digital is in” infatti entro il 2025 circa l’80% delle interazioni di vendita B2B tra fornitori ed acquirenti avverrà tramite canali digitali.
Stando all’opinione di DHL Express il volume globale degli e-commerce B2B raggiungerà entro il 2027 i 20,9 miliardi di dollari dai 12,2 registrati nel 2019.

Anche in Italia, dalle rilevazioni del Politecnico di Milano, il mercato degli e-commerce B2B sembra essere più che raddoppiato nel periodo temporale che va dal 2012 al 2020, anno in cui avrebbe raggiunto secondo l’opinione degli esperti la quota di 406 miliardi di euro.

Una fotografia significativa che fa ben sperare per il futuro: oggi si assiste ad una forte richiesta di prodotti Made in Italy, apprezzati per qualità e innovazione in tutto il mondo, che necessita di essere soddisfatta sviluppando nuove competenze, in particolare nel digitale.

Le condizioni sono mature per premere l’acceleratore sul canale dell’e-commerce secondo i commenti degli esperti: è importante in questo scenario sostenere le pmi per aiutarle ad esprimere al meglio le loro potenzialità e aprirsi a nuovi business, aumentando così le cifre nell’export tra imprese.

 

ARTICOLI CORRELATI