Gio. 19 Mag. 2022
HomeBreaking NewsCinisello Balsamo, un cinisellese tra i cinque italiani vincitori della borsa di...

Cinisello Balsamo, un cinisellese tra i cinque italiani vincitori della borsa di studio “Renato Ugo” 2021

Stefano Seccia è laureato in Scienze dei materiali presso l’Università Bicocca con una tesi magistrale sperimentale che lo ha portato a sviluppare un biopolimero che rende le superficie totalmente idrofobiche.

È il giovane cinisellese Stefano Seccia uno dei cinque vincitori italiani della borsa di studio “Renato Ugo” 2021, istituita dall’Associazione italiana per la Ricerca Industriale, che premia i giovani talenti del settore proiettandoli nel panorama internazionale della ricerca industriale.

Stefano Seccia si è laureato in Scienze dei materiali presso l’Università Bicocca con una tesi magistrale sperimentale e attenta all’ambiente, che lo ha portato a sviluppare un biopolimero che rende le superficie totalmente idrofobiche, in grado di proteggere dalla ruggine le navi, evitare il congelamento delle parti meccaniche degli aerei o delle pale eoliche.  Attraverso un gruppo di ricerca coordinato dal Prof. Carlo Antonini di Università Milano-Bicocca, l’innovativa sostanza deriva dagli scarti degli allevamenti ittici, in particolare dalla chitina, è totalmente biodegradabile e quindi non dannosa per l’ambiente rispetto ai tradizionali materiali chimici sintetici.

Il giovane Stefano ha portato con orgoglio – e non senza modestia – la targa con la quale gli è stata assegnata la borsa di studio “Renato Ugo” 2021, ricevuta peraltro direttamente dalle mani del Ministro dell’Università e della Ricerca, Cristina Messa, al sindaco Giacomo Ghilardi e all’Assessore all’Urbanistica e Semplificazione Enrico Zonca, che lo hanno voluto incontrare per complimentarsi con lui.

Per lui si spalancano le porte su un promettente futuro che presto lo porterà in Gran Bretagna dove svolgerà un dottorato di ricerca sul trattamento delle acque per l’eliminazione dei metalli pesanti, dove ancora una volta la sostenibilità ambientale sarà al centro dei suoi studi. Anche l’Università Bocconi si è accorta di lui e lo ha selezionato per un progetto, realizzato insieme ad una sua collega di università, per lo sviluppo di packaging biodegradabile che potrebbe diventare una Start Up e quindi un’attività imprenditoriale.

“Il dottor Stefano Seccia rappresenta un’eccellenza di Cinisello Balsamo, un esempio virtuoso che dimostra come la passione e l’impegno negli studi portino a dei traguardi importanti nella vita – commentano dal Comune -. La speranza è che altri giovani della città seguano il suo esempio, nel solco della costruzione di una comunità che veda nelle nuove generazioni un futuro positivo, con l’augurio che Stefano, dopo il dottorato all’estero, rientri in Italia per contribuire a rendere migliore il nostro Paese”.

 

ARTICOLI CORRELATI