Dom. 26 Mag. 2024
HomeAttualitàQuali sono i benefici di un massaggio rilassante?

Quali sono i benefici di un massaggio rilassante?

[textmarker color=”E63631″] BENESSERE [/textmarker] Un massaggio rilassante è destinato a garantire molteplici benefici a prescindere dal fatto che si adotti un approccio olistico od occidentale. Come il suo attributo lascia intuire, questo tipo di trattamento ha l’effetto di donare al corpo un rilassamento globale. Esso, infatti, si focalizza in modo specifico sulla peculiarità rilassante, che rappresenta il motivo per cui viene praticato, e di conseguenza assicura una maggiore efficacia in tal senso rispetto a tipologie di massaggio differenti. A livello pratico, il trattamento rilassante prevede che la persona che lo riceve sia sdraiata, ma esso comincia prima ancora che il massaggiatore inizi a eseguire la manipolazione.

L’importanza del contesto
Partendo dal presupposto che è indispensabile affidarsi a un professionista qualificato, che abbia seguito un corso massaggio e che disponga di tutte le competenze necessarie per procedere con il trattamento, vale la pena di ricordare che anche il contesto in cui il massaggio viene effettuato è importante: ciò vuol dire che occorre prestare attenzione al modo in cui sono regolate le luci e, più in generale, alla creazione di un ambiente adatto. Ugualmente fondamentali sono i suoni e la temperatura che si percepisce nella stanza: dettagli che permettono al soggetto che usufruisce del massaggio di sentirsi ancora più a proprio agio.

Cosa serve per un massaggio efficace
Ma di che cosa c’è bisogno per realizzare un massaggio di alta qualità? La giusta atmosfera potrebbe essere creata, per esempio, con delle candele profumate, con delle note orientali o con degli oli essenziali. Ognuno di questi elementi ha un ruolo prezioso nell’ambito dell’esecuzione della forma di trattamento medico più antica al mondo. E non è un modo di dire, visto che risalgono a quasi 5mila anni fa i primi riferimenti riguardanti i massaggi, trovati in manoscritti cinesi, mentre altre citazioni sono state reperite in testi di medicina indiana di diversi secoli prima della nascita di Cristo.

Il massaggio oggi: come frequentare un corso di formazione
Oggi sono numerose le opportunità a disposizione di chi vuole sottoporsi a un percorso di formazione in questo settore. L’Aim, per esempio, propone un corso massaggio a Milano che permette di scoprire e conoscere le tecniche di diversi massaggi, oltre a quello di base: per esempio il massaggio rilassante e il massaggio decontratturante. Anche chi non ha alcuna esperienza può seguire un corso di questo tipo, magari con l’intento di avviare una carriera. I massaggiatori possono trovare lavoro non solo negli studi dedicati, ma anche in fitness club, catene di alberghi, centri estetici e società sportive.

La storia del massaggio
Già ai tempi di Cleopatra gli Egiziani ritenevano quella del massaggio una vera e propria arte sacra, così come diversi rituali divinatori e religiosi:
chi aveva degli schiavi si faceva massaggiare da loro mentre era immerso all’interno di vasche riempite con acqua profumata. Nell’Odissea, invece, il grande poeta Omero menzionava i massaggi sottolineando la loro utilità per il recupero della salute dei soldati. In qualità di terapia fisica, il massaggio era raccomandato niente meno che da Ippocrate.

I massaggi nel corso dei secoli
I Greci diedero origine a due tecniche di massaggio differenti: una, correlata con la medicina, di tipo curativo; l’altra, legata ai giochi, di tipo sportivo.
Gli stessi Romani attribuivano ai massaggi una grande importanza, come si può intuire pensando alle cure di cui potevano beneficiare gli ospiti nelle terme. Numerosi testi in merito ci sono giunti dal medico di Marco Aurelio, Galeno. E se nel Medio Evo il massaggio era ritenuto peccaminoso, per fortuna esso è stato rivalutato in epoca rinascimentale.

ARTICOLI CORRELATI