Dom. 19 Mag. 2024
HomeAppuntamentiA Cinisello torna il Reale Film Festival

A Cinisello torna il Reale Film Festival

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Cinisello Balsamo torna a ospitare il Reale Film Festival, la manifestazione internazionale del cinema reale, per la seconda edizione (2 e 3 novembre, centro culturale Il Pertini: ciccate qui altre informazioni). A organizzarlo è Cinebaloss in collaborazione con L.A.S.; il festival ospiterà 18 pellicole di rilievo internazionale suddivise in due categorie: cortometraggi e lungometraggi, quest’ultima vera novità di questa edizione.

 La giuria del festival sarà composta da Mario Leclere (regista, direttore della fotografia e esperto di visual effect), Giuseppe Paternò di Raddusa (attore e critico), Paolo Casarolli (regista e sceneggiatore), Gianfranco Manenti e Luca Blini. La commissione ha selezionato 18 film nazionali e internazionali molti dei quali già premiati in tutto il mondo. Nella prima giornata del festival si potranno visionare importanti pellicole come “La giornata” di Pippo Mezzapesa film che racconta la storia di Paola Clemente, bracciante pugliese di quarantanove anni morta di fatica sotto al sole; “#Tagged”, film olandese che con un nuovo stile racconta le possibili conseguenze di un uso eccessivo della nuova tecnologia; “La storia di Arianna”, pellicola girata sul territorio cinisellese; fino ad arrivare alla chiusura della serata con il film svizzero “Frontaliers Disaster”, lungometraggio campione di incassi nel canton ticino trasposizione cinematografica della serie svizzera “Frontaliers” sulle disavventure di un lavoratore italiano in Svizzera.
Nella seconda giornata verranno invece proiettate diverse pellicole, tra le quali spicca “Bismillah”, David di Donatello in carica come miglior cortometraggio italiano e fresco di nomina come rappresentante italiano agli Oscar; vi sarà il film tedesco “Le Mucche non possono nuotare” sulla tematica della cecità in un contesto di relazioni amorose; “Pater Familias” invece è un cortometraggio straordinario per la presenza in scena di un unico attore; Alessandro Haber in “Il profumo delle stelle” ci racconterà di manicomi e solitude; chiuderà la serata il secondo lungometraggio, “Il Club dei 27” a produzione italiana (Istituto Luce), sull’incredibile storia di un giovanissimo fan di Verdi che desidera entrare nel misterioso club dei 27.
ARTICOLI CORRELATI