Gio. 18 Ago. 2022
HomeCinisello BalsamoCinisello, prolungamento M5: lettera aperta della Trezzi al sindaco Ghilardi

Cinisello, prolungamento M5: lettera aperta della Trezzi al sindaco Ghilardi

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – “Caro Sindaco, ho deciso di scriverti personalmente e in maniera non riservata perché ritengo che quanto avverrà nei prossimi in mesi sarà cruciale per decidere le sorti del prolungamento della M5 verso Monza passando sul territorio di Cinisello Balsamo. Credo che si tratti di un’opera che entrambi consideriamo strategica per la nostra città e che nulla debba restare intentato per ottenerne ogni possibile miglioramento senza metterne in discussione i finanziamenti da parte del Governo. Per questo mi sento di sottoporti alcuni punti sui quali occorre lavorare in collaborazione nell’interesse dei cittadini”. Siria Trezzi, ex primo cittadino di Cinisello Balsamo e consigliere di Città Metropolitana con delega alla Mobilità, ha preso carta e penna e ha scritto una lettera aperta al sindaco Giacomo Ghilardi sul tema del prolungamento della M5 verso Monza, porgendo ancora una volta la mano all’attuale amministrazione e proponendo di lavorare insieme per ottenere il massimo per la città di Cinisello.

“Come Amministrazione comunale precedente abbiamo puntato tanto sul prolungamento della M5 verso Monza e per questo è stata una conquista ottenuta in maniera sinergica con tutte le istituzioni coinvolte: il tracciato, come ben sai non era previsto verso Monza, e nelle prime ipotesi non era nemmeno in sotterranea. Occorre rinnovare questa intesa fra le diverse Istituzioni (Governo, Regione, Città Metropolitana, Provincia di Monza, Comuni coinvolti) se si vuole raggiungere l’obiettivo finale, il finanziamento dell’opera. Quanto è stato fatto finora è un buon risultato che si può sempre migliorare. Si vuole modificare il percorso con delle proposte migliorative? Perché allora non confrontarsi in maniera aperta su eventuali altre proposte? Nessuno vuole irrigidirsi sulle proprie posizioni, ogni miglioramento è ben accetto. Esiste solo un vincolo: qualsiasi nuova ipotesi deve essere giudicata sostenibile (analisi costi/benefici) dalla parte tecnica affinché il Ministero possa considerarne il finanziamento e venga rispettata la tempistica richiesta. Possiamo permetterci di rinunciare a questa opera, oppure abbiamo l’obbligo di fare tutti quanto è possibile per ottenerla?”, si legge nella missiva.

“Ho sempre considerato la fermata del Bassini importante, come la possibilità che quest’opera fosse una possibilità di rilancio per i quartieri limitrofi lungo il Fulvio Testi (Crocetta, Cornaggia, Villa Rachele, Robecco). Guardiamo complessivamente la proposta in campo e valutiamo quale ipotesi possa essere responsabilmente la migliore realizzabile. Si deve tenere conto di ogni opportunità in campo: lo sbinamento della M5 a Bignami per il quale è stato finanziato lo studio di fattibilità e che vedrebbe un altro ingresso della metropolitana sul territorio di Cinisello Balsamo è una proposta concreta o no? Proviamo a farlo diventare concreto”, aggiunge la Trezzi sulla tanto discussa fermata nei pressi dell’ospedale Bassini.

PER LEGGERE TUTTA LA LETTERA CLICCATE QUI

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI