Gio. 06 Ott. 2022
HomeCormanoCormano, parla il M5S: "Il governo Cocca ha perso ogni credibilità"

Cormano, parla il M5S: “Il governo Cocca ha perso ogni credibilità”

[textmarker color=”E63631″]CORMANO[/textmarker] – “Apprendiamo da un comunicato delle sinistre, storiche alleate del Pd a Cormano, che le stesse smettono di appoggiare la giunta Cocca. Questa decisione mette in luce le contraddizioni che hanno segnato questa amministrazione e rende ormai evidente la mancanza di credibilità del governo Cocca”. Lo dice il consigliere del Movimento 5 Stelle Vito Natale, commentando così la surreale situazione politica che si è venuta a creare negli ultimi giorni a Cormano. In un lungo comunicato le sinistre riconducibili a rifondazione comunista, partito socialista, verdi, sinistra italiana e alla lista civica sanciscono la fine dell’alleanza con il Partito Democratico e dunque il loro sostegno al governo cittadino.

“La giunta Cocca è accusata di aver fallito sotto molti punti di vista: assenza di dialogo con la cittadinanza, spese onerose per il centro sportivo e scelte sociali opposte a quelle presentate nel programma. Leggiamo nel comunicato che l’obiettivo che si pongono le nuove forze di opposizione è quello di fermare il consumo di suolo, di favorire la partecipazione dei cittadini e di avere una visione più ampia rivolta al sociale”, aggiunge Daniele Bonaventura, altro consigliere pentastellato di Cormano. “Sono temi che noi del Movimento 5 Stelle abbiamo sempre fatto nostri e portato avanti in Consiglio Comunale con le nostre mozioni e interrogazioni, prima tra tutti la richiesta di istituire il registro delle unioni civili. Ci auguriamo che questo non sia l’ennesimo annuncio per fare scalpore e tentare di recuperare un po’ del consenso perduto da parte degli elettori di sinistra”.

“L’appuntamento elettorale dell’anno prossimo ci dirà se questa contrapposizione nei confronti degli alleati storici sia veritiera oppure una manovra elettorale di facciata. I cittadini cormanesi meritano coerenza e serietà. Sarebbe ridicolo rivedere nel giro di un anno l’ennesimo riavvicinamento e l’ennesima accozzaglia di forze politiche solo per fare numero”, chiosano i portavoce del M5S.

ARTICOLI CORRELATI