Mar. 06 Dic. 2022
HomeAttualitàStudenti in rivolta al Parco Nord: "La scuola cade a pezzi"

Studenti in rivolta al Parco Nord: “La scuola cade a pezzi”

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – Ascensori che non funzionano, riscaldamenti che si rompono a ripetizione, porte di sicurezza fuori uso e spogliatoi ai limiti dell’agibilità. La denuncia degli studenti dell’istituto comprensivo Parco Nord, che sorge tra Cinisello, Sesto San Giovanni e Bresso, è ampia e complessa. Secondo loro Città Metropolitana ha completamente abbandonato l’istituto oggi ridotto in condizioni pietose a causa dell’invecchiamento di tutto mele strutture che hanno ormai 40 anni e che non sono mai state seriamente riqualificate.

Questa mattina centinaia di studenti sono rimasti fuori dalle aule nonostante il maltempo. Protestano gli allievi di tutti i tre istituti e di tutti gli indirizzi (Casiraghi, Cartesio e Montale). Le condizioni di questa scuola non possono più essere taciute. La struttura è frequentata da circa 3.000 studenti provenienti da tutto il Nordmilano.

La lista delle cose che non funzionano è lunghissima, ma soprattutto fa paura l’assenza delle istituzioni che in un rimpallo di competenze, dopo la fine delle province, non sono più in grado di garantire il corretto funzionamento della struttura.

 

ARTICOLI CORRELATI