Lun. 17 Giu. 2024
HomeBressoLombardia, modificata la legge elettorale regionale: sì alla doppia preferenza di genere

Lombardia, modificata la legge elettorale regionale: sì alla doppia preferenza di genere

[textmarker color=”E63631″]LOMBARDIA[/textmarker] – “Se il consiglio regionale ha finalmente introdotto la doppia preferenza uomo-donna è solo per merito di una legge nazionale fortemente voluta dal Pd. Non è un mistero che la stessa proposta fu da noi proposta nel 2010 e bocciata da questa maggioranza nel 2012 e che sia stata avversata a lungo, tanto da arrivare all’approvazione solo ora, in chiusura di legislatura. Quello di oggi è un voto che premia anni di impegno convinto per la parità di genere e per favorire l’accesso delle donne nelle assemblee legislative”.

Lo dichiarano il capogruppo del Pd in Regione Lombardia Enrico Brambilla e la vicepresidente del consiglio regionale Sara Valmaggi in merito all’approvazione della modifica della legge elettorale regionale che introduce la doppia preferenza di genere.

Ogni elettore, oltre a scegliere il candidato presidente e la lista preferita potrà votare fino a due candidati consiglieri, purché di sesso diverso. La legge prevede anche l’aumento del numero massimo dei candidati previsti per ogni lista: nelle province di Lodi e Sondrio, le minori per popolazione, passano da uno a due, in tutte le altre circoscrizioni provinciali in cui il numero massimo di candidati era dispari sarà arrotondato al numero successivo.

ARTICOLI CORRELATI