Dom. 04 Dic. 2022
HomeAttualitàSesto, Ventimila Leghe risponde al sindaco: "Sui conti, errore grossolano"

Sesto, Ventimila Leghe risponde al sindaco: “Sui conti, errore grossolano”

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “Apprendiamo oggi da un comunicato stampa del sindaco Di Stefano che Ventimila Leghe usufruirebbe di vantaggi economici determinati dalla presenza nell’associazione di rappresentanti politici locali, tra cui un canone di affitto di 237 euro annui per una sede in pieno centro cittadino. Teniamo a ribadire che l’assegnazione della sede di cui si parla (una stanza di 12 metri quadrati con due computer, un tavolo e tre sedie) risale a 15 anni fa previa regolare domanda scritta, è normata da un contratto dove il canone di affitto è di gran lunga superiore ai 237 euro annui e ci stupisce un errore cosi grossolano in un’amministrazione che sta compiendo un accertamento finanziario”.

Sono le parole con cui Marco Locati, presidente dell’associazione Ventimila Leghe, risponde alla giunta guidata da Di Stefano che ha detto di aver fatto controlli cui conti comunali puntando il dito anche contro i canoni di locazione stipulati con alcune associazioni del terzo settore.

“Il canone di affitto rientra nei parametri di tutte le associazioni dello stabile di via Giardini 50 dove risiediamo. Ci sembra inoltre doveroso sottolineare che il contratto di affitto, i pagamenti del canone e il bilancio annuale dell’associazione sono pubblici e disponibili per chiunque. Essere citati in un comunicato stampa, come associazione che gode di privilegi, strumentalizzando l’aspetto totalmente volontaristico della nostra associazione e confondendolo con un piano di mera appartenenza politica per altro totalmente lontano dallo spirito e dalla natura diversificata di tutti i nostri soci, ci pare davvero un atteggiamento non all’altezza della storia trasparente e appassionata della nostra associazione e del volontariato in generale nella nostra città. Ci chiediamo se questa è la valorizzazione del mondo associazionistico tanto decantato da questa nuova amministrazione”, la risposta di Locati.

ARTICOLI CORRELATI