Ven. 28 Gen. 2022
HomeAppuntamentiLa Villa delle meraviglie: a Cinisello un evento per il restyling di...

La Villa delle meraviglie: a Cinisello un evento per il restyling di Villa Ghirlanda

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Volete contribuire al restauro di Villa Ghirlanda? Magari godendo di una bella serata, in una location esclusiva, con del buon cibo? Ecco, allora il 7 aprile c’è l’appuntamento che fa per voi. In Villa Ghirlanda, a Cinisello Balsamo, va in scena “La Villa delle meraviglie”. La dimora di via Frova si trasformerà in un luogo d’incanto animato da intrattenimenti musicali e artistici, esibizioni di tango, esposizioni, proiezioni video, visite guidate a spazi non aperti al pubblico e una cena a

buffet.

L’appuntamento è finalizzato proprio alla raccolta fondi per il restauro della villa. L’amministrazione infatti rilancia la campagna “Riveliamo il passato per dargli un futuro”, pensata per far tornare a splendere Villa Ghirlanda. L’anno scorso furono organizzati eventi esclusivi a cui vennero invitati imprenditori e personalità locali disposti a versare un contributo minimo di 250. Ora invece la villa si apre a tutti i cittadini a un costo decisamente più accessibile. “Il numero di posti per il 7 aprile è limitato e soggetto a prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il numero 02.66023313. Per partecipare all’evento è necessaria una donazione minima di 70 euro”, dicono dal Comune. L’importo è sempre detraibile al 65 per cento grazie alla disciplina sull’Art-Bonus.

“I lavori sono tuttora in corso. Nei prossimi mesi si interverrà sulla facciata, sugli elementi decorativi e sulle colonne, con un ripristino dell’intonaco. Il restauro vuole essere un’opera collettiva di valorizzazione e salvaguardia del luogo e, per questa ragione, tutti i cittadini sono chiamati a contribuire avendo la possibilità di partecipare alla serata”, ha dichiarato il sindaco, Siria Trezzi.

L’investimento per il restauro dell’edificio ammonta a circa 600mila euro, già messi a bilancio. A questi si aggiungono altri 200mila euro di interventi di abbellimento e restyling di altri elementi della dimora e del giardino: proprio a questi 200mila euro si sottraggono i fondi raccolti dalla campagna “Riveliamo il passato per dargli un futuro”, che fin qui ha fruttato 98.213,60 euro.

ARTICOLI CORRELATI