Lun. 25 Ott. 2021
HomeCinisello Balsamo"Lo Stato ruba a Cinisello 2 milioni di euro. E la giunta...

“Lo Stato ruba a Cinisello 2 milioni di euro. E la giunta sta a guardare”: nuove accuse della Lega Nord

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – “Lo Stato italiano deve al Comune di Cinisello Balsamo, e quindi ai suoi cittadini, la notevole somma di 2 milioni e 200mila euro. Non lo dice la Lega Nord di Cinisello, ma la Corte Costituzionale che ha quantificato la cifra con la recente sentenza. Il Comune ha quindi tutto il diritto di vedersi rimborsate queste risorse ma, inspiegabilmente, ha bocciato il nostro ordine del giorno che chiedeva la restituzione del maltolto”.

Sono le nuove accuse contro la giunta e l’amministrazione comunale di Giacomo Ghilardi, capogruppo della Lega Nord nella città di Cinisello Balsamo. In questi giorni il consiglio di Cinisello sta discutendo il bilancio comunale. E Ghilardi interviene in merito alla riduzione dei trasferimenti erariali operata con la “spending review” ai tempi del governo Monti e ora giudicata totalmente illegittima dalla Consulta, la cui sentenza consente ai Comuni di richiedere il rimborso di quelle risorse.

“A quanto pare, vista la bocciatura del nostro documento, l’amministrazione comunale non ha intenzione di muovere un dito per ottenere questi soldi. Non stiamo parlando di una cifra irrisoria ma di ben 2,2 milioni di euro che servivano e servono ancora oggi al nostro Comune per garantire servizi ai cittadini, alle famiglie, agli anziani e alle imprese. Risorse che avrebbero dovuto essere impiegate a favore dei cittadini cinisellesi e che invece sono finite illegittimamente nel calderone dello Stato. Se al Governo della città ci fosse stata la Lega Nord avremmo sicuramente battuto i pugni e compiuto ogni azione legale per far rispettare i diritti dei nostri concittadini”.

ARTICOLI CORRELATI