Ven. 12 Ago. 2022
HomeCinisello BalsamoFondazione Pardis, lavoro per giovani tra i 18 e i 30 anni....

Fondazione Pardis, lavoro per giovani tra i 18 e i 30 anni. Con “Gate Bridge” 11 posizioni aperte

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Avete tra i 18 e i 30 anni e siete alla ricerca di un lavoro? La Fondazione Pardis di Cinisello Balsamo potrebbe aiutarvi in questa fase della vostra vita. La fondazione, nata su ispirazione di Ali Reza Arabnia, ceo e presidente del Gruppo Geico, da sempre sostenitore del ruolo attivo dell’impresa e dell’imprenditore, ha riattivato anche per il 2017 i suoi due progetti portanti.

“Gate Bridge” ha come obiettivo l’inserimento di giovani laureati e diplomati tra i 18 e i 30 anni in aziende che operano nel territorio. Al momento ci sono 11 posizioni aperte, tutte consultabili sul sito fondazionepardis.org: si cercano uno sviluppatore web, un ingegnere meccanico, un addetto marketing, un esperto di comunicazione e canali social e via dicendo.

“Noi offriamo un’opportunità concreta ai giovani in cerca di lavoro, aiutandoli a conquistare un ruolo attivo all’interno della comunità. Gate Bridge, nato nel 2015, è stato pensato con questo scopo e ha già portato a importanti risultati: nel 2015 sono stati avviati 12 tirocini che, in 9 casi, si sono trasformati in assunzione. Dei 7 tirocini avviati nel 2016, 2 si sono conclusi e 5 termineranno a febbraio 2017”, raccontano dalla fondazione che ha un duplice ruolo: da un lato seleziona giovani diplomati o laureati e dall’altro incontra le aziende scegliendo tra quelle veramente interessate al futuro inserimento in organico. “Le aziende che selezioniamo devono condividere i nostri valori e quindi essere veramente interessate, dopo il periodo di stage, all’inserimento in organico. In pratica le società devono condividere i nostri stessi valori”.

In più Pardis mette anche a disposizione un finanziamento per l’attivazione dei tirocini, ognuno di un massimo di sei mesi di durata. “Tutto ciò senza un ritorno né economico né professionale; per il nostro gruppo, è solamente un impegno sociale verso la comunità”, la chiosa di Ali Reza Arabnia, presidente di Pardis oltre che ceo di Geico Group.

Oltre a “Gate Bridge” la Fondazione Pardis ha rilanciato anche “New Hope Bridge”, progetto che invece mira a reintrodurre nel mondo del lavoro adulti, dai 40 anni in su, che sono rimasti disoccupati.

NELLA FOTO, IL DIRETTIVO DI FONDAZIONE PARDIS

ARTICOLI CORRELATI