Mar. 27 Set. 2022
HomeIn evidenzaSesto nel Cuore e Cittadini di Sesto insieme verso il voto: il...

Sesto nel Cuore e Cittadini di Sesto insieme verso il voto: il polo civico che punta al governo

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “Cari cittadini sestesi, un altro modello è possibile. C’è bisogno del sostegno di tutti voi. Di ognuno di voi”. Con questo invito Sesto nel Cuore e Cittadini di Sesto annunciano di aver unito le forze in vista della prossima campagna elettorale: si viene così a creare a Sesto San Giovanni un polo civico che mira a insidiare i partiti e punta direttamente a governare la città.

“A fronte della gravissima crisi sociale e di valori, economica ed ambientale che attraversa Sesto San Giovanni, nonostante la forte reazione dal basso che viene da associazioni, gruppi di cittadinanza attiva e società civile, manca ancor oggi nella proposta di governo per la nostra città un progetto in grado di rappresentare appieno l’anima dei sestesi. Unendo le forze la lista civica Sesto nel Cuore e la lista civica Cittadini di Sesto si impegnano a costruire un autentico polo civico. Lo allargheremo alle molte energie cittadine con cui da tempo stiamo dialogando, così da creare un raggruppamento sociale in grado di governare le sfide che attendono la nostra città”, si legge in una nota congiunta delle due forze politiche.

Sesto nel Cuore vanta oggi 3 consiglieri comunali: Marco Lanzoni, Angela Tittaferrante e Gianpaolo Caponi, capogruppo della lista civica, fondatore del movimento e prossimo candidato sindaco del polo civico. Che vede appunto la collaborazione della neonata lista Cittadini di Sesto, guidata da Alessandra Aiosa, ex dei Giovani Sestesi, commerciante molto apprezzata in città. “Avendo tutti noi la volontà di risolvere concretamente i problemi e le criticità del nostro territorio, proporremo alla cittadinanza un insieme di forze e competenze in grado di dare risposte alle molte difficoltà, provando a riportare sin da subito nei Sestesi l’entusiasmo e la voglia di impegnarsi per il bene comune”.

ARTICOLI CORRELATI