Mer. 19 Gen. 2022
HomeEconomiaAlstom "procedere senza esitazione", GE sbatte la porta a Sesto

Alstom “procedere senza esitazione”, GE sbatte la porta a Sesto

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – General Electric sbatte la porta in faccia a Sesto, alle sue istituzioni e ai suoi lavoratori. Lo fa con un comunicato che segue l’ultimo incontro tenuto lunedì a Roma al Ministero per lo Sviluppo Economico.

“Avendo seguito in modo scrupoloso e trasparente le procedure e gli adempimenti di legge – si legge nella nota del gruppo americano – , e avendo messo a disposizione ogni soluzione possibile per mitigare l’impatto sui dipendenti, il management ha confermato la necessità di procedere, in tempi stretti e senza ulteriori rinvii, al completamento del piano di ristrutturazione, come condizione essenziale per lo sviluppo del business e per garantire il mantenimento e la continuita’ delle proprie attività”.

E’ quanto afferma in una nota General Electric Italia al termine dell’incontro presso il ministero per lo Sviluppo economico sul piano di ristrutturazione proposto per le attivita’ ex-Alstom acquisite nel mese di novembre 2015. In particolare, si legge ancora nel comunicato, “il management di Alstom Power Italia SpA ha sottolineato che il numero attuale degli esuberi, pari a 106, si è considerevolmente ridotto rispetto ai 211 esuberi comunicati a gennaio nell’ambito del piano di ristrutturazione per i Paesi europei. Un dato che conferma l’impegno dell’azienda a trovare qualsiasi soluzione percorribile per ridurre l’impatto sociale. La società ha inoltre ribadito le misure messe a disposizione del personale coinvolto nella riorganizzazione: disponibilità da parte di altre due società di General Electric, Avio Aero e Nuovo Pignone, ad assumere presso i propri siti produttivi gli operai in esubero nello stabilimento Alstom Power Italia di Sesto San Giovanni”. In questo caso si chiede ai lavoratori un trasferimento forzato in altre regioni d’Italia. Inoltre ha comunicato un piano di uscite incentivate che comprende un programma di ricollocamento professionale ed un consistente incentivo economico.

ARTICOLI CORRELATI