Ven. 02 Dic. 2022
HomeAttualitàPasto sospeso e Sorriso solidale: due nuove idee per i cinisellesi in...

Pasto sospeso e Sorriso solidale: due nuove idee per i cinisellesi in difficoltà

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Due nuove iniziative vanno ad arricchire il ventaglio di azioni messe in campo a Cinisello Balsamo dal Tavolo Povertà, realtà innovativa nata dalla collaborazione tra amministrazione comunale (che ne cura il coordinamento) e 25 tra associazioni, enti cooperative, fondazioni che condividono azioni e programmi a contrasto delle nuove forme di povertà.

Ieri il Comune ha infatti presentato il “Pasto sospeso” e il “Sorriso solidale”. Il primo progetto prende spunto da una delle tradizioni partenopee più conosciute, quella del caffè sospeso, e in qualche modo anche da alcune idee già in atto sul territorio. “I clienti di bar e ristoranti possono lasciare un’offerta che servirà per offrire un piatto, un caffè o anche un intero pasto a qualcuno che non può permetterselo”, spiega l’assessore alle Politiche sociale Gianfranca Duca. Al momento sono tre i ristoranti nei quali il pasto potrà essere acquistato e donato dai cittadini: l’Osteria Barbagianni (via Mariani,11), la caffetteria Biblyou (piazza Confalonieri, Centro Culturale Pertini) e il ristorante Il Filo di Aurora che, nella propria sede di via Bologna 9 a Bresso, è stato il primo dei ristoranti del Nordmilano ad aver introdotto l’iniziativa. “Questa prima fase sperimentale avrà una durata di 6 mesi, in seguito potrà essere estesa nel tempo e con nuovi ristoratori”, ha aggiunto l’assessore.

Il secondo progetto è il “Sorriso Solidale”, che offrirà gratuitamente alcune cure dentistiche presso il Poliambulatorio del Consorzio Il Sole (via XXV Aprile). “Le cure saranno totalmente a carico del Consorzio. Alcuni specialisti del centro metteranno gratuitamente a disposizione due mezze giornate al mese per estrazioni, cure della carie e visite di controllo. Il nostro sì a questa iniziativa è venuto quasi naturale per l’idea di servizio che abbiamo sul territorio”, ha detto il dottor Flavio Doni, direttore sanitario delle strutture del consorzio cinisellese.

social market cinisello 2

Beneficiari delle due nuove iniziative sperimentali saranno i cittadini in difficoltà seguiti e segnalati dalle organizzazioni/enti facenti parte del Tavolo Povertà cittadino. Per prenotare le visite e per conoscere le disponibilità dei ristoranti i cittadini dovranno recarsi al Social Market (NELLE FOTO) di via Marconi che così completa la sua vocazione di luogo di accoglienza e accompagnamento e non resta solo un punto per “la spesa”.

“L’idea di fondo è quella di promuovere la coesione sociale e rafforzare i legami di prossimità e solidarietà, coinvolgendo i cittadini e sensibilizzandoli a ‘farsi carico e prendersi cura’ dei più bisognosi. Il pasto sospeso permette non solo di offrire un aiuto concreto, ma anche occasioni di svago e momenti di aggregazione al di fuori dei tradizionali contesti di aiuto”, ha concluso Gianfranca Duca.

 

ARTICOLI CORRELATI