Ven. 07 Ott. 2022
HomeBressoFurti nei cimiteri, Cecchetti scrive al Prefetto e al Questore

Furti nei cimiteri, Cecchetti scrive al Prefetto e al Questore

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – Rischia di trasformarsi in una piaga, la sequenza di furti e di episodi di vandalismo nei cimiteri della provincia di Milano, sollevando insicurezza e colpendo i sentimenti più profondi della popolazione.

A sollevare nuovamente il problema a livello politico e istituzionale è stato nei giorni scorsi il Vicepresidente del Consiglio regionale Fabrizio Cecchetti (Lgea Nord) che ha inviato una lettera al Prefetto di Milano Alessandro Marangoni, al Questore e al comando provinciale dei Carabinieri chiedendo un incontro “per conoscere quali possibili azioni possono essere poste in essere al fine di ripristinare la legalità e garantire il giusto rispetto, e decoro, ai luoghi coinvolti in queste deplorevoli azioni”.

Nella lettera Cecchetti ricorda il lungo elenco di episodi di vandalismo registrati nei cimiteri, che hanno colpito Sesto San Giovanni, Cinisello, Cusano, Cormano e poi ancora Magenta, Cassina Nuova di Bollate, Novate Milanese, Arese, Rho e le sue frazioni di Mazzo, Passirana, Terrazzano e Lucernate nonché Mesero, Ossona, Garbagnate, Cantalupo di Cerro Maggiore, Pregnana Milanese e anche il Cimitero Monumentale di Milano. “Questi veri e propri raid – dice Cecchetti – non si attenuano. Anzi, come si legge dalla cronaca locale di questi giorni, la situazione rischia ulteriormente di peggiorare, generando un clima generale di insicurezza, a causa dell’estrema facilità con cui gli atti sono stati compiuti e che vanno a colpire anche i sentimenti piu’ profondi delle nostre comunità”.

ARTICOLI CORRELATI