Mer. 17 Apr. 2024
HomeCronacaNuovo furto di rame al cimitero. Era stato posato 24 ore prima

Nuovo furto di rame al cimitero. Era stato posato 24 ore prima

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Di nuovo sotto accusa il cimitero nuovo di Sesto San Giovanni. Dopo che domenica sono state scoperte alcune tombe del campo B sprofondate a causa della pioggia che ha “mangiato” il terreno sottostante, ora si scopre che la scorsa settimana si è verificato un nuovo furto di rame.

Ignoti hanno strappato alcune centinaia di metri di fili elettrici in rame. Il furto, che secondo quanto riportato dal quotidiano Il Giorno sarebbe avvenuto appena 24 ore dopo la posa dei nuovi cavi, ha riportato il buio in buona parte del cimitero.

I lavori per la posa dei cavi elettrici erano stati eseguiti nella giornata di giovedì, per collegare le lampade votive di alcuni settori del cimitero rimasti al buio mesi fa, dopo l’ennesimo furto. Il nuovo impianto non è durato nemmeno 24 ore. I cavi sono stati strappati dai ladri che per compiere il furto hanno dissaldato alcuni tubini e praticato buchi nell’asfalto.

La denuncia arriva dal consigliere comunale della lista civica Sesto nel Cuore Marco Lanzoni che ha espresso rabbia nei confronti dell’amministrazione comunale.

“Il cimitero Nuovo di Sesto è stato derubato almeno 80 volte, anche se qualcuno dice fino a 100 volte, con enormi danni per i cittadini sestesi – afferma Marco Lanzoni – Il Comune continua a spendere soldi per eseguire lavori di ripristino delle parti in rame, ma non provvede a ripristinare un sistema di antifurto perimetrale che è in stato di abbandono da anni. E’assurdo che non si comprenda che per limitare i furti occorre prima mettere in sicurezza il cimitero”.

ARTICOLI CORRELATI