Lun. 04 Mar. 2024
HomeAttualitàLavori pubblici: Cologno al lavoro per la messa in sicurezza delle scuole

Lavori pubblici: Cologno al lavoro per la messa in sicurezza delle scuole

[textmarker color=”E63631″]COLOGNO MONZESE[/textmarker] – La copertura della scuola media di via Toti compromessa da numerose infiltrazioni, la revisione funzionale degli spazi nella scuola media di via Boccaccio e la messa in sicurezza della Biblioteca Civica con interventi sul pavimento, sugli impianti elettrici e di illuminazione e sulle porte scorrevoli. Sono gli interventi di manutenzione ordinaria eseguiti negli istituti scolastici di Cologno Monzese dall’amministrazione comunale che ha emanato una nota ufficiale nella quale fa il punto della situazione sui lavori per la messa in sicurezza e il restyling delle scuole cittadine.

“Tra le operazioni previste nell’immediato, la sistemazione delle coperture nelle scuole materne di via Levi, di via Boccaccio e nella scuola elementare di via King, oltre alla sostituzione di infissi nella scuola media di via Boccaccio e, immediatamente dopo, nella palestra scolastica di viale Lombardia, e nella materna di via Volta con la realizzazione di un percorso funzionale per i rifiuti, nella materna di via King”, spiegano dal Comune. L’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Di Bari, ha aggiunto: “Ho espressamente richiesto agli uffici che gli interventi edilizi riguardassero in primis le scuole di Cologno perché riteniamo che la messa in sicurezza degli edifici scolastici sia una priorità assoluta come concordato con l’assessore all’Istruzione Dania Perego, e indicato nel nostro programma di mandato”.

“Nonostante le scarse risorse a disposizione dell’ente, siamo riusciti ad intervenire sulle criticità esistenti, per consentire agli studenti ed agli operatori della scuola, nonché al personale tecnico, di operare in un ambiente sicuro e adeguato”, ha detto il sindaco Rocchi. “Altri interventi partiranno a scaglioni durante l’anno e altrettanti sono in fase di studio; è necessario riportare gli edifici pubblici malmessi ad uno standard accettabile”.

 

ARTICOLI CORRELATI