Lun. 08 Ago. 2022
HomeAttualitàStadio Milan. Berlusconi: "Stiamo a San Siro". Addio Portello e Sesto

Stadio Milan. Berlusconi: “Stiamo a San Siro”. Addio Portello e Sesto

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Derby, vendita delle quote a Mr Bee. E anche stadio. Silvio Berlusconi, presidente del Milan, ha parlato di tutto questo con i giornalisti dopo la stracittadina meneghina che si è giocata domenica sera. E dopo aver detto di aver fatto i complimenti al mister per la partita e aver annunciato il closing con Mr Bee entro fine mese, il patron rossonero ha rilasciato dichiarazioni anche sul futuro stadio di proprietà del club.

A proposito del Progetto del Portello Berlusconi ha detto: “Sono intervenute molte considerazioni e approfondimenti negativi e credo che prevarranno i sentimenti che ho io nei confronti di San Siro. Eppoi San Siro si sta abbellendo per adempiere alle richieste della Uefa per ospitare la finale della Champions League dell’anno prossimo”. Il presidente ha anche aggiunto che San Siro è “lo stadio italiano migliore perché nato per il calcio visto che non ha la distanza tra campo e gli spalti come Napoli e Roma, dove il campo è lontano e io non riesco a godermi una partita. Anche Mr.Bee guarda con molta simpatia il mantenimento di San Siro. Sul Portello sono emersi problemi il mio desiderio era quello di restare a San Siro, beh, sarà soddisfatto”.

Partita chiusa? Così pare, sul Portello come su Sesto San Giovanni, nonostante la spinta di molti sestesi (anche gruppi ed esponenti politici) che ancora credono che lo stadio rossonero possa sbarcare sulle ex Falck. Quelle di Berlusconi sono parole che in qualche modo sembrano mettere la parola fine sulla vicenda.

ARTICOLI CORRELATI