Ven. 02 Dic. 2022
HomeCinisello BalsamoScritte anti Lega a Cinisello, la reazione di Ghilardi

Scritte anti Lega a Cinisello, la reazione di Ghilardi

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – C’è il razzismo e c’è il contro-razzismo, come quello comparso su alcuni muri di via Muso a Cinisello questa mattina. Una scritta accompagnata da una Falce e Martello recita: “Odio la Lega”. Non c’è dubbio che “l’odio” contro i Lumbard sia motivato dalle posizioni del partito di Salvini. Forse, anche le posizioni rigide del governatore Maroni rispetto al tema degli immigrati possono aver contribuito ad alzare la tensione.

Ma quando le posizioni politiche diventano occasione per seminare altro odio e per imbrattare i muri pubblici della città, mostrano che gli autori hanno poche idee e anche un modo spagliato di esprimerle. La Falce e Martello non è certo una firma autografa della Sinistra, ma di certo ci si aspetterebbe che la Sinistra, quella vera, deplori pubblicamente quell’atto, brutto e inaccettabile soprattutto perché indice di ignoranza e inciviltà. Non essere d’accordo con la Lega è legittimo, soprattuto quando ci sono di mezzo temi delicati come l’accoglienza e la democrazia, ma imbrattare le città per far emergere la propria posizione indica solamente ignoranza. Di seguito il commento del consigliere comunale, della Lega Nord Giacomo Ghiladi.

“Queste sono le scritte nei pressi del Comune di Cinisello Balsamo. Caro compagno, visto il simbolo sicuramente amico del Sindaco Trezzi, tu che parli di amore, di sociale, di uguaglianza e poi ti ritrovi a scrivere di odio e disprezzo nei confronti di persone. Tu che insulti e ci dai dei razzisti solo perché difendiamo chi lavora, paga le tasse e rispetta le regole e si fa un mazzo tanto per arrivare a fine mese! Tu che ti permetti di imbrattare un muro…. Be per te prima un pennello bello grosso per ritinteggiare tutti i muri della città rovinati e poi….. RUSPA!
Se questa persona, in nome di questo simbolo, perde del tempo per scrivere su un muro della nostra città che odia la lega vuol dire che anche a Cinisello Balsamo c’è qualcuno che rosica per il lavoro che stiamo facendo!”.

ARTICOLI CORRELATI