Mer. 19 Gen. 2022
HomeAttualitàSalva la linea Milano-Bergamo: la soddisfazione del Sindaco di Cormano

Salva la linea Milano-Bergamo: la soddisfazione del Sindaco di Cormano

[textmarker color=”E63631″]CORMANO[/textmarker] – L’accordo sulla riorganizzazione dell’autostradale Milano-Bergamo è stato trovato e così l’autolinea Z301 continuerà a percorrere la sua storica tratta che collega le due città lombarde.

Intesa comunicata nell’incontro svoltosi mercoledì 25 marzo presso il Comune di Trezzo sull’Adda, tra Città Metropolitana di Milano, Comuni, l’azienda NET e un’assemblea di pubblico formato dai pendolari delle provincie dell’hinterland milanese. La riduzione del 3% delle risorse da parte di Stato e Regione Lombardia per i servizi sul trasporto pubblico locale hanno reso necessaria questa riorganizzazione: quanto previsto dalla revisione iniziale di fermate e orari, però, aveva scatenato la protesta di tantissimi pendolari e studenti di molti comuni, tra cui Cormano.
La nuova soluzione (in via sperimentale) sembra convincere tutti e prevede un nuovo percorso degli autobus che permetterà di conciliare le esigenze di mobilità dei cittadini con i tagli richiesti anche tramite l’uso della rete urbana presso le aree di interscambio Lampugnano M1 e Sesto M1/FS.

Un totale di 33 corse giornaliere ed un percorso invariato per tutti coloro che prenderanno la linea Z301 per recarsi al lavoro o quant’altro. Dal 6 aprile partirà ufficialmente la nuova soluzione logistica: il servizio sul tratto Sesto Primo M1/FS-Sarca rimarrà inalterato rispetto a quello attuale, mentre tutte le corse da/per Milano Beltrami si attesteranno a Milano Lampugnano M1. Per chi si dirige lungo l’asse Certosa – Sempione quindi, viene garantito l’interscambio con la rete urbana di superficie presso P.le Laghi, con un livello di servizio pari al precedente.

Grande soddisfazione sull’accordo raggiunto per il Sindaco di Cormano, Tatiana Cocca: “Sono soddisfatta dell’esito dell’incontro di mercoledì sera. Sono state ascoltate le opinioni dei pendolari e le criticità evidenziate dai vari Comuni e dai cittadini hanno trovato una possibilità di essere risolte. Città Metropolitana si è dichiarata ad essere disponibile a valutare ulteriori miglioramenti del servizio anche dopo un insistente e assiduo lavoro da parte degli amministratori locali dei Comuni penalizzati dalla soluzione precedentemente proposta. Abbiamo più volte ribadito la nostra contrarietà a quanto ci era stato imposto E abbiamo chiesto di non penalizzare pendolari, famiglie e studenti. Direi che quanto abbiamo ottenuto sia da considerarsi un ottimo risultato”. 

 

ARTICOLI CORRELATI