Mer. 19 Gen. 2022
HomeIn evidenzaPaderno Dugnano, Alparone nomina la nuova giunta

Paderno Dugnano, Alparone nomina la nuova giunta

[textmarker color=”E63631″]PADERNO DUGNANO – [/textmarker]Giunta al completo per Marco Alparone. Il sindaco, rieletto per il secondo mandato la scorsa settimana, ha nominato ieri i nuovi assessori, tre donne e quattro uomini. Alla carica di vicesindaco, con delega a Urbanistica, Edilizia privata, Trasporto pubblico locale, Parco del Grugnotorto e Servizio di Igiene pubblica, è stato riconfermato Gianluca Bogani (Lega Nord). Rimane in giunta l’assessore Andrea Tonello (Forza Italia), che si occuperà di Infrastrutture, Lavori Pubblici, Reti idriche, fognarie e tecnologiche, Ecologia e Ambiente e Patrimonio. Tra i riconfermati c’è anche Giovanni Di Maio (Vivere Paderno-Lista Di Maio) al quale vanno le deleghe per il Personale, la Viabilità, le Aziende partecipate e la Protezione Civile.

Quattro sono, invece, i nuovi assessori, due in quota Forza Italia e due espressione della lista civica Paderno Dugnano Cresce. A occuparsi di Commercio, Attività produttive e Lavoro sarà Valentina Polito (Forza Italia), 24 anni, studentessa di Giurisprudenza. A Nadia Rudellin (Forza Italia), 29 anni, geometra, vanno le deleghe a Decoro urbano, Parchi urbani, Edilizia scolastica e Servizi cimiteriali. Assessore a Scuola, Giovani, Eventi, Cultura e Pari opportunità è Arianna Nava, 39 anni, architetto (Paderno Dugnano Cresce). Chiude il gruppo Roberto Boffi, 32, ingegnere (Paderno Dugnano Cresce), che si occuperà di Servizi sociali, Famiglia, Innovazione e Integrazione sociale e Smart city. Il sindaco terrà per sé la delega al Bilancio, oltre a quelle per Sicurezza e Legalità, Città metropolitana, Semplificazione e Sport.

“Con il voto, la città ci ha detto che abbiamo lavorato molto bene in questi 5 anni. La logica di questa giunta – ha spiegato Alparone – esprime continuità rispetto al lavoro fatto e presenta figure nuove che tengono conto del nuovo quadro politico e delle nuove espressioni della società civile. Agli assessori – ha proseguito il sindaco – ho detto di affrontare questa esperienza con lo stesso straordinario entusiasmo con il quale hanno condotto la campagna elettorale. Ripartiamo da dove abbiamo lasciato con una giunta che, come è stato negli ultimi 5 anni, dovrà riuscire a lavorare come un unico organo capace di portare avanti un messaggio unitario e una proposta per questa città”.

La prima riunione di giunta si terrà già domani “con un ordine del giorno operativo e l’analisi di una serie di questioni già in atto”, ha spiegato Alparone. Il primo consiglio comunale, invece, dovrebbe essere convocato per lunedì sera. I nuovi assessori hanno annunciato di volersi mettere subito all’opera, a partire dall’analisi dello stato dell’arte delle diverse materie.

ARTICOLI CORRELATI