Dom. 03 Lug. 2022
HomeAttualitàMilano via Farini, da McDonald’s: “Consegne a domicilio, colazioni, pranzi e la...

Milano via Farini, da McDonald’s: “Consegne a domicilio, colazioni, pranzi e la croccantezza delle patatine”

Il giovane direttore del ristorante di via Farini racconta gli ingredienti del successo del locale: “Una squadra fortissima e affiatata, andare incontro ai gusti dei clienti, un servizio veloce e avere cura del prodotto con alimenti freschi e genuini”

La via Farini è una delle più note di Milano: si tratta di una lunga direttrice che dal nord della città porta sino al Cimitero Monumentale, caratterizzata dalla presenza di molti esercizi commerciali. Qui sorge un ristorante McDonald’s che proprio mercoledì 2 marzo ha appena spento le 26 candeline e che negli ultimi anni ha avuto un forte sviluppo, come racconta il giovane direttore Giuseppe Anaclerio: “Uno dei punti di forza del nostro locale è il servizio delivery, che rappresenta una grossa fetta del nostro fatturato. Le consegne a domicilio sono esplose durante la pandemia – avevamo una media di 130 consegne all’ora – e la gente si è affezionata al servizio. Oggi registriamo una media di 420 consegne al giorno.”

Chi frequenta il McDonald’s di via Farini?
Abbiamo una clientela variegata. Da noi vengono molte persone che desiderano socializzare, stare assieme. Ci frequentano i ragazzi, le famiglie, persino le modelle durante la settimana della moda e anche impiegati per il pranzo. Al mattino c’è chi viene regolarmente da noi per fare colazione. Quando ci sono le partite di calcio a San Siro vengono da noi anche i tifosi, prima o dopo la partita.

Quando ha iniziato a lavorare da McDonald’s?
Nel ristorante di via Fulvio Testi a Cinisello Balsamo 12 anni fa dopo aver conseguito il diploma di scuola superiore. Nei primi tempi pensavo semplicemente di guadagnare qualche soldo, ma poi mi sono subito appassionato a questo mestiere e ho intuito che c’era possibilità di fare carriera. Nei primi mesi era solo un “lavoretto”, poi ho scelto di restare per crescere professionalmente. I corsi organizzati all’interno dell’azienda sono stati per me di grande aiuto.

Che cosa le piace di più del suo mestiere?
Fin dagli inizi di carriera mi ha sempre interessato il settore della ristorazione, e l’aspetto della vendita. Trovo gratificante lavorare con una squadra. Il nostro compito come direttori è far ruotare nel migliore dei modi l’attività dei nostri collaboratori per raggiungere un risultato. E poi… sono contento, mi sento realizzato dal punto di vista professionale.

Da direttore del ristorante, nota qualche cambiamento dei gusti da parte dei clienti negli ultimi anni?
Mi accorgo che c’è molta attenzione alla qualità del prodotto: la carne deve essere gustosa, le patate croccanti. La politica di McDonald’s è stata quella di intercettare le esigenze dei clienti. Abbiamo rinunciato a rincorrere l’idea del panino “perfetto”, per privilegiare innanzitutto la qualità. Il panino è artigianale, prodotto al momento. Il prodotto è sempre fresco. Il cliente apprezza molto la velocità del servizio e noi in questo siamo bravissimi.

Che peculiarità ha il locale che dirige?
Da noi c’è molta varietà nel servizio: il delivery fa la parte del leone, ma abbiamo anche il servizio caffetteria, un reparto dolci e in estate si consumano le insalate. Siamo aperti dalle 7 del mattino alle 3 di notte, mentre il venerdì e il sabato il locale rimane aperto 24 ore su 24. Il nostro punto di forza è il personale, giovane e affiatato. Facciamo squadra. I più esperti aiutano i più giovani. È un mestiere dinamico, flessibile negli orari, quindi è l’ideale per i ragazzi che studiano in contemporanea.

 

 

ARTICOLI CORRELATI