Sab. 22 Giu. 2024
HomeBressoCinisello: Sala, Granelli, Trezzi e Bussolati rilanciano il "biglietto unico"

Cinisello: Sala, Granelli, Trezzi e Bussolati rilanciano il “biglietto unico”

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Dal 2019 nuovo sistema tariffario unico per la Città Metropolitana: prezzi più equi e vantaggiosi, e diversificazione degli abbonamenti. Ma non solo: corse più frequenti delle linee ferroviarie suburbane e più personale di sicurezza e controllo contro l’evasione.

Questa è solo una delle proposte che sono state presentate ieri a Cinisello Balsamo quando il sindaco di Milano e della Città Metropolitana, Beppe Sala, ha dialogato con Pietro Bussolati, segretario Pd Milano Metropolitana, Marco Granelli, assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Arianna Censi, vicesindaca della Città Metropolitana di Milano, Santo Minniti, presidente del Municipio 6, Andrea Checchi, sindaco di San Donato Milanese, e Siria Trezzi, sindaca di Cinisello Balsamo.

La proposta sui trasporti fa parte di “un vero e proprio programma di lavoro del centrosinistra per Milano Metropolitana – ha dichiarato il segretario Bussolati -. È questa la nostra sfida: garantire qualità della vita e risposte concrete ai bisogni dei cittadini. Con un progetto capace di coniugare sviluppo e inclusione: questa deve essere la nostra cifra distintiva, grazie alla passione, serietà e competenza degli amministratori locali del centrosinistra. In questo, un approccio sempre più integrato a livello metropolitano e un’alleanza tra Comuni e Città Metropolitana, capace di superare i ‘sovranismi’ locali, diventa un fattore determinante, ed è proprio in quest’ottica che abbiamo presentato queste proposte”.

Presenti per l’occasione anche altri candidati sindaci del centrosinistra, tra cui anche Ugo Vecchiarelli, che è in corsa per restare primo cittadino a Bresso.

Tra le altre proposte presentate anche quella sul lavoro: “E’ centrale per i cittadini metropolitani, è dignità e acquisizione di cittadinanza. Contrastiamo la disoccupazione con l’integrazione territoriale del mercato del lavoro, con la formazione e l’orientamento professionale. Incrementiamo i centri per l’impiego sul territorio, a partire dall’esperienza di Afol. Estendiamo del microcredito a più categorie e apertura di più sportelli nei Comuni. Creiamo un coordinamento tra Milano e area metropolitana per la gestione delle opportunità occupazionali e promozione della sicurezza sul lavoro”, hanno detto i portavoce del centrosinistra. Che hanno presentato proposte anche in materia di welfare e sicurezza.

ARTICOLI CORRELATI