Sab. 01 Ott. 2022
HomeCronacaSesto, i lavoratori Alstom Transport manifestano in Regione

Sesto, i lavoratori Alstom Transport manifestano in Regione

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Dopo il presidio di ieri in Assolombarda e l’incontro ad inizio settimana con il sindaco di Sesto San Giovanni, i lavoratori dello stabilimento Alstom Transport sono tornati questa mattina a incrociare le braccia con uno sciopero di quattro ore e un presidio sotto Regione Lombardia per ribadire il proprio no all’esternalizzazione del settore della logistica. Un centinaio i lavoratori in presidio con i funzionari dei sindacati di categoria sotto la sede istituzionale per difendere uno dei comparti strategici del sito di via Fosse Ardeatine e tutelare i 24 colleghi che la direzione aziendale ha destinato al passaggio alla società B-Cube.

Ricevuta dai rappresentanti dell’Arifl, Agenzia regionale per l’istruzione, la formazione e il lavoro, una delegazione ha presentato la richiesta di istituzione di un tavolo tecnico e politico da parte del Pirellone che coinvolga gli assessorati interessati. Nell’occasione sono anche state ribadite le due richieste cardine da parte delle sigle sindacali: in primis l’impegno, da parte della nuova impresa che subentrerà nella logistica, di mantenere l’occupazione sul territorio di Sesto o nel territorio strettamente limitrofo per almeno cinque anni, e in seconda battuta, da parte di Alstom, l’obbligo, nell’ambito del turn over derivante da pensionamenti o uscite volontarie dei dipendenti, di ricollocazione dei lavoratori del comparto esternalizzato.

“Alstom non può partecipare a bandi con risorse pubbliche – è il commento di Francesco Caruso, segretario Uilm Milano Monza e Brianza – senza poi assumersi la responsabilità sociale e disinteressandosi di 24 lavoratori che sono impiegati da più di vent’anni in azienda. La dirigenza deve darci delle risposte al più presto, visto che le nostre richieste sono pienamente condivisibili. Al contrario Alstom al tavolo in Assolombarda ha comunicato che tra pochi giorni consegnerà ai dipendenti le lettere di trasferimento alla nuova società, senza assumersi nessun impegno concreto”.

ARTICOLI CORRELATI