Ven. 28 Gen. 2022
HomeCronacaEra un negozio di vestiti, ma serviva da mangiare e bere: chiuso...

Era un negozio di vestiti, ma serviva da mangiare e bere: chiuso ristorante abusivo

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Sarebbe dovuto essere un semplice negozio di vestiti, ma in pausa pranzo preparava e serviva abusivamente da mangiare e da bere: così è stata disposta dal Comune la cessazione dell’attività di somministrazione abusiva per un negozio di piazza Martiri di via Fani a Sesto San Giovanni che si era trasformato in un piccolo ristorante abusivo.

A scoprire l’attività è stata la polizia locale che, in un sopralluogo effettuato il 7 giugno ha trovato nel negozio alimentari stipati e un fornello elettrico. Una seconda visita del 10 giugno ha fatto scoprire agli agenti una decina di avventori, con il locale arredato con un banco alimentare pieno di recipienti scaldavivande con pietanze pronte, un tavolo imbandito con dolci e frutta e un bancone come quelli del bar con le relative bevande. Un terzo sopralluogo, effettuato il 12 giugno, ha permesso di verificare ancora una volta la preparazione dei cibi da parte del titolare del locale e la presenza di tavoli apparecchiati (oltre a 3 avventori). Il tutto in assenza di qualsiasi tipo di autorizzazione o denuncia di inizio attività.

Da qui l’ordinanza di immediata cessazione dell’attività di somministrazione recapitata al titolare e la segnalazione all’Ats per la sicurezza alimentare, ai carabinieri, al commissariato di polizia di Stato e alla guardia di finanza di Sesto.

ARTICOLI CORRELATI