Lun. 22 Apr. 2024
HomePoliticaCittadella dello sport di Caltagirone. Di Stefano: "Giunta immobile, progetto fondamentale"

Cittadella dello sport di Caltagirone. Di Stefano: “Giunta immobile, progetto fondamentale”

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Dopo la presa di posizione del Pd sul progetto di realizzazione di una cittadella dello sport sull’area Decapaggio Vulcano, ecco le dichiarazioni di Roberto Di Stefano, candidato sindaco per Forza Italia. Il quale dichiara che il progetto del Gruppo Caltagirone è fondamentale per lo sviluppo di tutta la città.

“La futura giunta sestese dovrà impegnarsi a fondo, perché prenda il via la nuova Cittadella dello Sport da realizzarsi nell’area Decapaggio vicino al Centro Commerciale Vulcano – spiega Roberto Di Stefano -. Sarà un’azione fondamentale per compensare l’immobilismo dell’amministrazione Chittò, che in questi anni ha abbandonato gli impianti sportivi, in particolare quelli acquatici, a partire dalla piscina Carmen Longo e da tutte le altre sparse sul territorio. Un progetto che sarà realizzato dal privato in collaborazione con il Coni Servizi, cui la pubblica amministrazione dovrà dare il massimo appoggio, perché ai sestesi siano resi fruibile al più presto il centro polivalente con piscina coperta e scoperta, un palazzetto dello sport, diversi campi da tennis e da calcetto, pensando magari di realizzarvi un bocciodromo, rimpiazzando così quello smantellato dal Pd nel centro sportivo Falck, per dare spazio ad un centro fitness”.

Di Stefano attacca la giunta Chittò: “Un progetto che non vorremmo fosse tirato fuori dal cassetto a scopo propagandistico dalla Giunta Chittò durante la campagna elettorale, per poi riporvelo nuovamente in caso di vittoria o peggio ancora cancellarlo così come fecero nel 2007 con il Centro Natatorio di Zunino, utile solo per accaparrare consenso alle elezioni, poi svanito insieme ai plastici e delibere propinate per mesi ai cittadini e sui giornali. Fortunatamente a garantirci la realizzazione dell’opera, c’è l’avere affidato il compito a un privato. Se però da parte della pubblica amministrazione non ci sarà la dovuta collaborazione, i tempi inesorabilmente si allungheranno e Sesto non si può permettere ritardi. E’ fondamentale dare la precedenza alla riqualificazione urbana risolvendo i problemi del territorio, recuperando spazi in periferia e offrendo sempre più servizi ai nostri cittadini, ed è quello cui punta questo progetto che cambierà il volto della nostra città”.

ARTICOLI CORRELATI