Mer. 08 Feb. 2023
HomeCultura e SpettacoloLa propaganda del regime comunista diventa arte a Soviet Art

La propaganda del regime comunista diventa arte a Soviet Art

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – I manifesti e le grafiche del regime comunista diventano un percorso artistico a Sesto San Giovanni.

Dall’1 al 12 giugno, lo “Spazio contemporaneo” di Villa Visconti d’Aragona in via Dante 6 a Sesto San Giovanni ospiterà la mostra “Soviet Art. Immagini di propaganda dell’Unione Sovietica dalla Rivoluzione d’Ottobre agli anni ’60”. La mostra, coordinata dal circolo di Rifondazione Comunista di Sesto San Giovanni in collaborazione con Edizioni Mimesis, presenta quadri e manifesti provenienti dalle collezioni Teti, Cusani e Sandretti e dall’archivio Agitplakat, smantellato dopo la caduta del muro di Berlino e rese disponibili per la prima volta al pubblico, oltre a una cospicua collezione di fillumenistica (scatole di fiammiferi). Le opere costituiscono una testimonianza del periodo attraverso le immagini  e sottolineano come, attraverso la produzione artistica e grafica, sia possibile ricostruire un percorso  che è storico e politico.
Durante il periodo di apertura della mostra, verranno organizzati dibatti e incontri culturali con lo scopo di sucitare un confronto o sottolineare un aspetto poco noto e, più in generale, di inserire la produzione artistica e grafica esposta nel contesto che l’ha prodotta. Saranno anche organizzate visite guidate da studiosi/e ed esperte/i che condurrnno le visitatrici e i visitatori attraverso le opere esposte e che uniranno le loro competenze all’esperienza personale: molti, infatti, hanno vissuto a lungo in Unione Sovietica, spesso partendo proprio da Sesto San Giovanni.
Non mancheranno presentazioni di libri e momenti musicali. Segnaliamo in particolare il concerto di chiusura del 12 giugno che vedrà la presenza di Gaetano Liguori. L’ingresso alla mostra e a tutte le attività è libero,tutti i giorni dalle 10 alle 22 Come raggiungerci: MM1 fermata Sesto Rondò, uscita Piazza della Repubblica, proseguire per  Via Cesare da Sesto.

ARTICOLI CORRELATI