Sab. 13 Lug. 2024
HomeEconomiaA Sesto la Control Room per la sicurezza ferroviaria

A Sesto la Control Room per la sicurezza ferroviaria

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Un “cervellone”, che, grazie a tecnologie e apparecchiature finora utilizzate solo per l’alta velocità, monitora in tempo reale e in remoto la salute dei treni, garantendo agli operatori una manutenzione predittiva tempestiva ed efficiente e quindi una più elevata qualità del servizio e una costante disponibilità di mezzi per i passeggeri.
E’ nata a Sesto San Giovanni la nuova ‘control room’ di Alstom, inaugurata mercoledì  negli stabilimenti sestesi della multinazionale francese dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alberto Cavalli e dal presidente Pierre Louis Bertina. Testata per un anno sulla flotta di treni ‘Minuetto’ di Trenitalia, la sala di controllo è da oggi completamente operativa e coinvolge anche 250 treni del servizio regionale regionali, fra cui anche i ‘Malpensa Express’.
“La manutenzione predittiva e programmata per il controllo in tempo reale – ha detto Cavalli – è un passo avanti di grande pregio.
La tardiva e insufficiente manutenzione delle segnalazioni e dei treni spesso causa ritardi e temporanee carenze del materiale rotabile e delle carrozze”.
Il funzionamento della control room si basa su processi standardizzati. Un team di analisti esperti, grazie al monitoraggio in tempo reale dello stato di salute dei treni e alla raccolta costante dei dati sul campo, anticipa l’insorgere di problemi e avvia tempestivamente il processo di risoluzione. Per ogni tipo di guasto viene preparato un processo di risoluzione standard, che rende più rapido ed efficiente l’intervento sul convoglio al rientro in deposito. I risultati del primo anno sono incoraggianti: ogni mese sono stati lanciati
circa 500 ordini di manutenzione ai depositi e la percentuale di false segnalazioni è stata inferiore al 3 per cento, rispetto a uno standard del 20 nei sistemi tradizionali e la disponibilità dei treni ha raggiunto il 97 per cento.

ARTICOLI CORRELATI