Mar. 05 Mar. 2024
HomeCormanoDa Cormano al cielo di Milano: Sericart e la sfida Expo

Da Cormano al cielo di Milano: Sericart e la sfida Expo

[textmarker color=”E63631″]CORMANO[/textmarker] – Per lavorare a 160 metri d’altezza non basta la professionalità. Occorre sangue freddo, doti atletiche degne dei migliori free climbers e una conclamata esperienza. Forse per questo che la selezione è stata tanto dura ed è stata vinta da un’azienda cormanese che da decenni opera nel settore. Stiamo parlando di Sericart, realtà cormanese che opera nel settore della serigrafia e che si è aggiudicata l’onere e l’onore di installare delle etichette resinate lenticolari, ovvero dei “maxi-adesivi” Palazzo Lombardia e sul Pirellone.

“Abbiamo partecipato alla gara come per tanti altri progetti che curiamo – commenta il manager Romano Platini -, quando la Regione Lombardia ci ha comunicato di aver scelto la nostra azienda, siamo stati ben contenti di accettare e ci siamo buttati nella sfida”.

Una sfida che ha previsto la realizzazione e, in seguito, l’installazione delle etichette che si vedono in bella mostra sulla facciata dei due grattacieli della regione con la scritta Expo. “Non è proprio come attaccare una figurina – ironizza Platini -, stiamo parlando di etichette di 2 migliaia di metri quadrati”. L’azienda si era già cimentata in maxi progetti, come la realizzazione di Casa Milan al Portello e l’allestimento di fiere a livello nazionale e internazionale ma per il progetto delle grafiche Expo, ha dovuto adottare un altro metodono. “Abbiamo semplicemente cambiato prospettiva – conclude il manager -, anziché ragionare dal basso verso l’alto, abbiamo lavorato dall’alto verso il basso”.

Nell’Expo dei veleni e delle tangenti, dei progetti contestati e dei ritardi, un’eccellenza del Nordmilano, con un passato a Cologno Monzese e un presente a Cormano, ha saputo distinguersi, in positivo.

Cormano_SericartExpo

ARTICOLI CORRELATI