COF NMA feb2018

Nordmilano24

News

 Breaking News

Cologno, incendio alla Alfa Maceri. Potrebbe essere stato un rogo doloso

Cologno, incendio alla Alfa Maceri. Potrebbe essere stato un rogo doloso
marzo 12
08:02 2018

COLOGNO MONZESE – E’ passata la paura a Cologno Monzese in seguito al vasto incendio scoppiato in una cartiera domenica mattina intorno alle 7. I vigili del fuoco hanno lavorato per tutti il giorno per mettere in sicurezza l’area dell’Alfa Maceri di via Piemonte. L’incendio, le cui cause sono ancora da accertare, è stato domato attorno all’ora di pranzo dopo ore di lungo lavoro, ma i soccorsi sono andati avanti per tutto il giorno.

Sul posto si è sprigionata una densa colonna di fumo scuro e fiamme alte diversi metri visibili a chilometri di distanza, che hanno destato preoccupazione anche per la possibile presenza di amianto sul tetto della struttura. Le prime rilevazioni dei vigili del fuoco e dell’Arpa per la verifica dello stato dell’aria non hanno rilevato contaminazioni ambientali. A bruciare per larghissima parte sono state plastica, carta, cartone, ferro e legno.

Gli abitanti di una palazzina adiacente sono stati evacuati in via precauzionale mentre quelli di una seconda hanno scelto autonomamente di scendere in strada. Il palazzo evacuato non presenta danni strutturali tuttavia è stato dichiarato inagibile in attesa del sopralluogo tecnico. In totale le famiglie interessate sono dodici. Le rilevazioni dei vigili del fuoco e dell’Arpa per la verifica dello stato dell’aria non hanno rilevato contaminazioni ambientali. I carabinieri stanno indagando per scoprire le cause del rogo che potrebbero non essere accidentali.

Autore

Redazione

Redazione

Nordmilano24.it è il portale d'informazione di riferimento per il territorio della fascia nord di Milano

Articoli Correlati

COMMENTI

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti!

Non ci sono ancora commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi commento

Scrivi Commento

La tua E-mail non verrà pubblicata.
*Campi obbligatori *

SEGUI NORDMILANO24

  • Facebook
  • Google+
  • Twitter
  • YouTube